1 / 5

Descrizione

Trittico in miniatura in legno di bosso finemente intagliato. La parte superiore ha la forma di un arco a mensole con rampe uncinate e un pinnacolo coronato da un terminale, mentre la parte posteriore ha tre lati. Nella parte centrale, l'Adorazione dei Magi sormontata dall'Annunciazione ai pastori; nel pannello di sinistra, l'Annunciazione e, in quello di destra, il Sogno di Giuseppe; in ogni parte del trittico è raffigurato un angelo che regge con entrambe le mani un vessillo, sovrastando la scena; Solo l'Adorazione dei Magi è costruita su due piani in profondità, con due Magi (di cui uno scomparso) davanti, la Vergine e il Bambino e il terzo Mago sullo sfondo; le cornici imitano l'architettura gotica con colonne circondate da fogliame, capitelli, archi a tre lobi e corsi di fogliame, e uno scudo nel punto della parte centrale. Il trittico poggia su una colonna tortile circondata da un cartiglio di rami, che evoca l'Albero di Jesse; terrazza modanata. Paesi Bassi settentrionali, Olanda, Adam Dircksz e la sua bottega, 1503-1533 Altezza: 17 cm - Larghezza aperta: 9,9 cm (Manca il mago sinistro, lievi restauri) Questo prezioso trittico fa parte delle microsculture devozionali realizzate in legno di bosso nei Paesi Bassi durante il primo terzo del XVI secolo. Esistono più di cento di queste opere, che possono assumere forme diverse: dadi da preghiera, dittici o trittici come in questo caso, ma anche oggetti molto vari come ostensori, pale d'altare, rosari, scatole a forma di bara o manici di coltello. Questi oggetti, affascinanti per la loro meticolosità e invenzione iconografica, hanno beneficiato negli ultimi anni di un programma di ricerca internazionale che ha portato a mostre tenutesi in Canada, Stati Uniti e Paesi Bassi nel 2017. Questo trittico della collezione Charles Boucaud è finora inedito. Non compare nel database The Boxwood Project, creato dieci anni fa dall'Art Gallery of Ontario di Toronto, che elenca tutte le opere conosciute di questo tipo di scultura in bosso. Sono elencati sedici trittici di diversi modelli. La singolarità di questa risiede nella presenza del Sogno di Giuseppe, una scena raramente rappresentata nell'iconografia cristiana, che non sembra essere stata interpretata su altre microsculture. Un'altra particolarità è il piede a forma di groviglio di rami, evidente allusione all'Albero di Jesse, come dimostra la figura del padre di David disteso tra rami simili nella base della Crocifissione del trittico di Alkmaar nelle collezioni del Louvre (inv. OA 5612, fig.). In occasione delle mostre del 2017, il nome di Adam Dircksz è stato proposto come autore di alcune di queste miniature, confermando un'ipotesi avanzata già nel 1968 quando J. Leeuwenberg decifrò un'iscrizione su un dado da preghiera dello Staten Museum of Kunst di Copenaghen (inv. KMS 5552). Attualmente, sembra che questa attribuzione debba essere qualificata, poiché il nome Adam Dircksz è in realtà quello del committente del dado, un birraio di Delft. In ogni caso, la lavorazione di questo trittico dei Re Magi riflette chiaramente lo stile di questo scultore, come descritto nell'opuscolo sul dado da preghiera del Giudizio Universale del Louvre (inv. OA 5609): "occhi leggermente sporgenti con palpebre a "chicco di caffè" molto pronunciate", orrore per il vuoto e gusto per il dettaglio pittoresco, che qui è visibile nella rappresentazione dell'architettura in rovina che ospita l'Adorazione. Questa "piccola meraviglia" che è il trittico sarebbe quindi una nuova opera da aggiungere al corpus di questo artista. Provenienza : Ex collezione Charles Boucaud, Parigi, probabilmente acquistata sul mercato dell'arte negli anni '70-'90. Opere consultate: J. Lowden e J. Cherry, Medieval Ivories and Works of Art, The Thomson Collection at the Art Gallery of Ontario, London, n.d., cat.48-51. Mostre Toronto - New York - Amsterdam 2017, Piccole meraviglie, Art Gallery of Ontario - The Metropolitan Museum of Arts - Rijksmuseum, cat. F. Scholten. E. Antoine-König, P. Dandridge e L. Ellis, The Last Judgement in a Prayer Nut: Devotional Microsculptures, Musée du Louvre, Collection Solo - Département des objets d'art, Parigi, 2021.

Tradotto automaticamente con DeepL.
Per visualizzare la versione originale, clicca qui.

32 
Vai al lotto
<
>

Trittico in miniatura in legno di bosso finemente intagliato. La parte superiore ha la forma di un arco a mensole con rampe uncinate e un pinnacolo coronato da un terminale, mentre la parte posteriore ha tre lati. Nella parte centrale, l'Adorazione dei Magi sormontata dall'Annunciazione ai pastori; nel pannello di sinistra, l'Annunciazione e, in quello di destra, il Sogno di Giuseppe; in ogni parte del trittico è raffigurato un angelo che regge con entrambe le mani un vessillo, sovrastando la scena; Solo l'Adorazione dei Magi è costruita su due piani in profondità, con due Magi (di cui uno scomparso) davanti, la Vergine e il Bambino e il terzo Mago sullo sfondo; le cornici imitano l'architettura gotica con colonne circondate da fogliame, capitelli, archi a tre lobi e corsi di fogliame, e uno scudo nel punto della parte centrale. Il trittico poggia su una colonna tortile circondata da un cartiglio di rami, che evoca l'Albero di Jesse; terrazza modanata. Paesi Bassi settentrionali, Olanda, Adam Dircksz e la sua bottega, 1503-1533 Altezza: 17 cm - Larghezza aperta: 9,9 cm (Manca il mago sinistro, lievi restauri) Questo prezioso trittico fa parte delle microsculture devozionali realizzate in legno di bosso nei Paesi Bassi durante il primo terzo del XVI secolo. Esistono più di cento di queste opere, che possono assumere forme diverse: dadi da preghiera, dittici o trittici come in questo caso, ma anche oggetti molto vari come ostensori, pale d'altare, rosari, scatole a forma di bara o manici di coltello. Questi oggetti, affascinanti per la loro meticolosità e invenzione iconografica, hanno beneficiato negli ultimi anni di un programma di ricerca internazionale che ha portato a mostre tenutesi in Canada, Stati Uniti e Paesi Bassi nel 2017. Questo trittico della collezione Charles Boucaud è finora inedito. Non compare nel database The Boxwood Project, creato dieci anni fa dall'Art Gallery of Ontario di Toronto, che elenca tutte le opere conosciute di questo tipo di scultura in bosso. Sono elencati sedici trittici di diversi modelli. La singolarità di questa risiede nella presenza del Sogno di Giuseppe, una scena raramente rappresentata nell'iconografia cristiana, che non sembra essere stata interpretata su altre microsculture. Un'altra particolarità è il piede a forma di groviglio di rami, evidente allusione all'Albero di Jesse, come dimostra la figura del padre di David disteso tra rami simili nella base della Crocifissione del trittico di Alkmaar nelle collezioni del Louvre (inv. OA 5612, fig.). In occasione delle mostre del 2017, il nome di Adam Dircksz è stato proposto come autore di alcune di queste miniature, confermando un'ipotesi avanzata già nel 1968 quando J. Leeuwenberg decifrò un'iscrizione su un dado da preghiera dello Staten Museum of Kunst di Copenaghen (inv. KMS 5552). Attualmente, sembra che questa attribuzione debba essere qualificata, poiché il nome Adam Dircksz è in realtà quello del committente del dado, un birraio di Delft. In ogni caso, la lavorazione di questo trittico dei Re Magi riflette chiaramente lo stile di questo scultore, come descritto nell'opuscolo sul dado da preghiera del Giudizio Universale del Louvre (inv. OA 5609): "occhi leggermente sporgenti con palpebre a "chicco di caffè" molto pronunciate", orrore per il vuoto e gusto per il dettaglio pittoresco, che qui è visibile nella rappresentazione dell'architettura in rovina che ospita l'Adorazione. Questa "piccola meraviglia" che è il trittico sarebbe quindi una nuova opera da aggiungere al corpus di questo artista. Provenienza : Ex collezione Charles Boucaud, Parigi, probabilmente acquistata sul mercato dell'arte negli anni '70-'90. Opere consultate: J. Lowden e J. Cherry, Medieval Ivories and Works of Art, The Thomson Collection at the Art Gallery of Ontario, London, n.d., cat.48-51. Mostre Toronto - New York - Amsterdam 2017, Piccole meraviglie, Art Gallery of Ontario - The Metropolitan Museum of Arts - Rijksmuseum, cat. F. Scholten. E. Antoine-König, P. Dandridge e L. Ellis, The Last Judgement in a Prayer Nut: Devotional Microsculptures, Musée du Louvre, Collection Solo - Département des objets d'art, Parigi, 2021.

Stima 80 000 - 120 000 EUR

Escluse le commissioni di vendita.
Consulta le condizioni di vendita per calcolare l’importo delle spese.

Spese di vendita: 30 %
Aggiudicati il lotto al prezzo giusto inoltrando un rilancio automatico!
Il nostro sistema si farà carico il giorno della vendita di rilanciare al tuo posto fino all’importo massimo desiderato, senza rivelarlo alla casa d’aste !
Fai un'offerta
Spedizione

Ubicazione dell’oggetto :
Francia - 75009 - paris

Questa soluzione di spedizione è facoltativa.

Potete utilizzare un corriere di vostra scelta.

Informazioni sull'asta

In vendita il venerdì 27 gen : 15:30 (CET)
paris, Francia
Giquello & Associés
Exposition des lots
jeudi 26 janvier - 11:00/20:00, Salle 2 - Hôtel Drouot
mercredi 25 janvier - 11:00/18:00, Salle 2 - Hôtel Drouot
vendredi 27 janvier - 11:00/13:00, Salle 2 - Hôtel Drouot
Visualizza il catalogo Consulta le CGV Informazioni sull’asta Esperti

Forse ti piacerebbe anche