Sébastien VRANCX (Anvers 1573 1647) La battaglia dei Quaranta a Leckerbeetje. Ol…
Forse ti piacerebbe anche

MANUSCRIT autografo firmato "J.Barbey d'Aurevilly", L'Académie sans candidats, [1873]; 3 pagine fol. in inchiostro marrone, rosso e verde, tagliate per la composizione tipografica e montate su linguette su carta vergata, rilegate in mezzo marocchino rosso, titolo sulla tavola superiore.Divertente articolo polemico contro l'Accademia di Francia.Pubblicato su Le Gaulois del 19 maggio 1873, l'articolo sarà raccolto in Dernières Polémiques (1891). Barbey d'Aurevilly aveva già deriso l'Académie Française in Les QuaranteMédaillons de l'Académie (1864).Barbey nota un fatto tanto inspiegabile quanto comico: dopo l'elezione di VIEL-CASTEL, l'Accademia non ha più candidati! "L'Académie Française, questa Repubblica dei Quaranta, creata dal capriccio di un cardinale dispotico, che purtroppo aveva Trissotin sotto la veste rossa, e che ha pensato bene di fondare sui numeri e sui voti questo governo letterario che non doveva governare proprio nulla, molto prima che il nostro amore per i governi politici fosse messo fine, l'Académie Française è, per il momento, imbarazzata come la Repubblica conservatrice di M. Thiers, e minaccia di non conservarsi più!"...Con grande verve, Barbey commenta questa situazione, ridicolizzando al contempo le solite baggianate dei candidati: "Ci sono tuttavia ancora in Francia degli spiritosi più o meno depravati - lo sono a volte, questi miserabili spiritosi, - che sentivano l'odore della sedia e ne avevano la fantasia, ma questo salto (senza alcun calembourg) di M. de Vieil-Castel, che come un clown sfolgorante, per quanto sia noioso della gomma della Revue des Deux Mondes, è passato sui loro corpi e sulle loro teste con tale insolente disinvoltura, li ha terribilmente raggelati... Non sento più parlare di M. About, né di M. de Pontmartin, né di M. Arsène Houssaye, né di nessuno. Tutti spariti, come passeri liberi, questi beccamorti dell'Accademia! [...] È vero che, mancando di persone spiritose, le resteranno gli imbecilli come candidati all'Accademia, e se gli imbecilli stessi, vecchi e logori, non vorranno più abboccare al mazzo dell'Accademia, le resteranno, come ultima spiaggia, le donne, che già si aggirano bramose... Quanti bas-bleus per fare il cambiamento per l'ultimo dei candidati?....E per finire un attacco politico diretto: "Povera Accademia! Caduto, ringiovanito, finito, morto in piedi, per mancanza di candidati! È triste, ma sarebbe allegro, non è vero? Se anche l'altra repubblica, come questa, screditata, spopolata, sotto il peso del disprezzo pubblico, dovesse perire per mancanza di candidati!"Il manoscritto, con i suoi inchiostri multicolori, presenta cancellature e correzioni. Si conclude con una firma spettacolare, con iniziali a cartiglio.Ph. de Flers, Th. Bodin, L'Académie française au fil des lettres, p. 234-241.

Descrizione

Sébastien VRANCX (Anvers 1573-1647)

Tradotto automaticamente con DeepL.
Per visualizzare la versione originale, clicca qui.

15 

Sébastien VRANCX (Anvers 1573-1647)

Le offerte sono terminate per questo lotto. Visualizza i risultati