1 / 2

Descrizione

Opera originale/Mwenze Kibwanga. Olio su tela raffigurante bufali e uccelli su uno sfondo di vimini. Un'opera di qualità che copre un'elegante tavolozza di toni pastello. Firmato e datato 1999. TBE+. 95 X 100 cm

Questa opera è una delle ultime realizzate dal maestro prima della sua morte, in particolare per la mostra "Mawazo" organizzata da "Les amitiés Belgo-Congolaises" a Bruxelles nel 1999. L'ASBL ha fornito il materiale necessario (direttamente dal Belgio) a tutti gli artisti selezionati affinché potessero realizzare le loro opere nelle migliori condizioni. L'associazione è stata fondata nel 1990 da H Simonet, F Monheim e M Lion. Il suo obiettivo è sviluppare e promuovere relazioni amichevoli tra il Belgio e il Congo, soprattutto a livello culturale e sociale. Allo stesso tempo, organizza aiuti occasionali per la popolazione congolese.

Mwenze Kibwanga (1925-1999) è nato a Kilumba, nell'ex Congo belga. Nel 1950 è stato ammesso all'"Accademia di arte popolare indigena", nome ufficiale del laboratorio "Hangar". Si è rapidamente affermato come uno dei principali rappresentanti del gruppo fondato da Pierre Romain-Desfossés. Le opere di Mwenze mostrano infatti un'estetica personale e poetica, incentrata su scene di vita quotidiana o su animali: la preparazione di un pasto, la caccia, il riposo delle antilopi. Figlio di un tessitore, ogni sua opera evoca la trama di un tessuto, dando un ritmo colorato alla sua rappresentazione della realtà. Composte da tratteggi spessi e contrastanti, le sue opere sono state realizzate con il pollice fino al 1952. In seguito ha usato i pennelli. Quando l'Hangar chiuse, Mwenze Kibwanga entrò a far parte dell'Accademia di Belle Arti di Lubumbashi come insegnante.
In seguito, ha partecipato a numerose mostre e fiere internazionali:
- nel 1952, in una grande mostra itinerante sull'arte africana contemporanea organizzata dal MoMA - dal 1956, in numerose mostre in Europa, a Bruxelles, Londra e Parigi
- nel 1958, all'Esposizione Universale di Bruxelles, realizzando i murales del Padiglione del Congo.
È morto nel 1999 a Lubumbashi, lasciando dietro di sé molti ex allievi che sono diventati artisti contemporanei riconosciuti.
Le sue opere, straordinariamente all'avanguardia, si trovano nelle collezioni del Royal Museum for Central Africa di Tervuren (Be) e del Met di New York. Nel 2015, la mostra "Beauté Congo" alla Fondation Cartier ha rivelato la natura avanguardistica di questa scuola.

Record d'asta per l'artista:
- Piasa nel 2018: 35.000 EUR
- Piasa nel 2018: 14.000 EUR
- Bertolami nel 2019: 7.500 EUR
- Piasa nel 2020: 7.000 EUR
- Artcurial nel 2021: 8.000 EUR

Tradotto automaticamente con DeepL.
Per visualizzare la versione originale, clicca qui.

120 
Vai al lotto
<

Opera originale/Mwenze Kibwanga. Olio su tela raffigurante bufali e uccelli su uno sfondo di vimini. Un'opera di qualità che copre un'elegante tavolozza di toni pastello. Firmato e datato 1999. TBE+. 95 X 100 cm Questa opera è una delle ultime realizzate dal maestro prima della sua morte, in particolare per la mostra "Mawazo" organizzata da "Les amitiés Belgo-Congolaises" a Bruxelles nel 1999. L'ASBL ha fornito il materiale necessario (direttamente dal Belgio) a tutti gli artisti selezionati affinché potessero realizzare le loro opere nelle migliori condizioni. L'associazione è stata fondata nel 1990 da H Simonet, F Monheim e M Lion. Il suo obiettivo è sviluppare e promuovere relazioni amichevoli tra il Belgio e il Congo, soprattutto a livello culturale e sociale. Allo stesso tempo, organizza aiuti occasionali per la popolazione congolese. Mwenze Kibwanga (1925-1999) è nato a Kilumba, nell'ex Congo belga. Nel 1950 è stato ammesso all'"Accademia di arte popolare indigena", nome ufficiale del laboratorio "Hangar". Si è rapidamente affermato come uno dei principali rappresentanti del gruppo fondato da Pierre Romain-Desfossés. Le opere di Mwenze mostrano infatti un'estetica personale e poetica, incentrata su scene di vita quotidiana o su animali: la preparazione di un pasto, la caccia, il riposo delle antilopi. Figlio di un tessitore, ogni sua opera evoca la trama di un tessuto, dando un ritmo colorato alla sua rappresentazione della realtà. Composte da tratteggi spessi e contrastanti, le sue opere sono state realizzate con il pollice fino al 1952. In seguito ha usato i pennelli. Quando l'Hangar chiuse, Mwenze Kibwanga entrò a far parte dell'Accademia di Belle Arti di Lubumbashi come insegnante. In seguito, ha partecipato a numerose mostre e fiere internazionali: - nel 1952, in una grande mostra itinerante sull'arte africana contemporanea organizzata dal MoMA - dal 1956, in numerose mostre in Europa, a Bruxelles, Londra e Parigi - nel 1958, all'Esposizione Universale di Bruxelles, realizzando i murales del Padiglione del Congo. È morto nel 1999 a Lubumbashi, lasciando dietro di sé molti ex allievi che sono diventati artisti contemporanei riconosciuti. Le sue opere, straordinariamente all'avanguardia, si trovano nelle collezioni del Royal Museum for Central Africa di Tervuren (Be) e del Met di New York. Nel 2015, la mostra "Beauté Congo" alla Fondation Cartier ha rivelato la natura avanguardistica di questa scuola. Record d'asta per l'artista: - Piasa nel 2018: 35.000 EUR - Piasa nel 2018: 14.000 EUR - Bertolami nel 2019: 7.500 EUR - Piasa nel 2020: 7.000 EUR - Artcurial nel 2021: 8.000 EUR

Stima 3 000 - 5 000 EUR

Escluse le commissioni di vendita.
Consulta le condizioni di vendita per calcolare l’importo delle spese.

Spese di vendita: 25 %
Aggiudicati il lotto al prezzo giusto inoltrando un rilancio automatico!
Il nostro sistema si farà carico il giorno della vendita di rilanciare al tuo posto fino all’importo massimo desiderato, senza rivelarlo alla casa d’aste !
Fai un'offerta
Spedizione

Ubicazione dell’oggetto :
Belgio - 1332 - rixensart

Questa soluzione di spedizione è facoltativa.

Potete utilizzare un corriere di vostra scelta.

Informazioni sull'asta

In vendita il domenica 05 giu - 15:00 (CEST)
rixensart, Belgio
Dagoty Enchères
Visualizza il catalogo Consulta le CGV Informazioni sull’asta